giovedì 28 febbraio 2013

Girelle con gocce di Cioccolato


Grande soddisfazione ed emozione trovare la mia creatura tra i blog da non perdere segnalati su
"Più Dolci" di Marzo. Per questo ringrazio con tutto il cuore Imma e naturalmente la redazione di "Più Dolci".
Festeggiamo con una ricetta adocchiata sul bellissimo numero di settembre.
Mani in pasta e grazieeee!!!



Sempre con me:
Farina Molino Rossetto
Miele Rigoni di Asiago
Stampi Guardini

INGREDIENTI:
Inoltre:
  • 50 g di burro (io 80)
  • 80 g di gocce di cioccolato
Per finire:
  • 2 tuorli
  • panna fresca
  • zucchero semolato

Sciogliete il lievito nel latte tiepido.
Nella ciotola dell'impastatrice, ho unito le farine, lo zucchero, i tuorli ed il lievito sciolto nel latte tiepido.
Ho unito il miele, il liquore, la scorza d'arancia e il sale. A questo punto incorporate l'acqua poco per volta. Lavorate l'impasto (io con l'impastatrice) fino a renderlo morbido ed estensibile.
Spostate l'impasto in una terrina, proteggetelo con la pellicola e lasciate riposare in frigo tutta la notte.
Al mattino, infarinate la spianatoia, poi tirate la pasta in un rettangolo di cm 50x30.
Spalmate la pasta con il burro morbido, ma non liquefatto (utilizzate una spatola).
Piegate la pasta a tre (portate al centro 1/3 della pasta, poi sovrapponete il lembo del lato opposto).
Coprite il panetto con della pellicola e fatelo riposare in frigo per 20 minuti.
1° Piega: adagiate la pasta sul piano di lavoro tenendo il lato corto davanti a voi e stendetela in un secondo rettangolo di 50x30cm. Ripetete la piega a tre, poi proteggete il panetto e ponetelo in frigo per 15 minuti.
2° Piega: partendo sempre dal lato corto stendete ancora la pasta a 50x30 cm e piegate a tre. Proteggete e lasciate riposare in frigo per 15 minuti.
3° Piega: stendete ancora e piegate a tre sempre facendo riposare in frigo per 15 minuti.
Stendete la pasta in un rettangolo di 50x30 cm e dividetelo a metà, otterrete due rettangoli di 30x25 cm.
Pennellate con i tuorli diluiti con 30 g di panna.
Cospargete con le gocce di cioccolato.
Avvolgete i rettangoli in due rotoli chiudendo bene le estremità (pennellatele nuovamente).
Tagliate le girelle a circa 1-1,5 cm di altezza.
Foderate tre teglie con carta forno e disponete le girelle ben distanziate, appiattendole con le dita per far uscire eventuali bolle d'aria.
Copritele con la pellicola e lasciatele lievitare circa 2 ore.
Pennellate le girelle con il resto dell'uovo e panna e spolverizzate con lo zucchero.
Infornatele a 180° per 15-20 minuti circa.

lunedì 25 febbraio 2013

Tortine di Ricotta e Broccolo Romano


Bello come un fiore, geometricamente perfetto, ricco di antiossidanti, vitamina c e fibre, il cavolo romano o romanesco può essere consumato crudo, lessato, cotto al vapore, ripassato in padella, impastellato e fritto, usato nelle zuppe insomma, versatile e saporito.
I cavoli, re indiscussi della stagione invernale, entrano spesso nei miei menù, per questo ho pensato di rendere più appetitoso e meno noioso il loro arrivo a tavola. Piatto approvato e terminato in men che non si dica.
Preparo queste tortine anche con altri ingredienti, ottime ad esempio con funghi, carciofi o con il radicchio.
A presto :)


Sempre con me:
Farine Molino Rossetto
Stampini Crostatine Linea Selenia Guardini

INGREDIENTI:
  • 450 g di broccolo romano
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • 120 g di ricotta
  • 2 uova
  • 180 g di farina "00" Molino Rossetto
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate
  • 120 g di ricotta
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • burro e pane grattugiato per gli stampini


Mondate e lavate il broccolo romano e fatelo cuocere a vapore per una decina di minuti.
In una padella, versate 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, aggiungete lo spicchio d'aglio. Fate saltare le cimette, quindi salatele e pepatele. Lasciate intiepidire.
In una terrina, mescolate la ricotta alle due uova sbattute, aggiustate di sale e pepe.
Mescolate delicatamente il broccolo con la crema di ricotta e uova.
Accendete il forno a 190°.
Impastate la farina, il lievito setacciato, 1/2 cucchiaino di sale, la ricotta e l'olio.
Ungete con il burro, 6 stampini di 12 cm di diametro e cospargeteli con il pangrattato.
Stendete la pasta e foderate gli stampini.
Riempiteli con il composto di broccoli, ricotta e uova.
Fateli cuocere per circa 30 minuti e servite subito in tavola.


E' stato un fine settimana di neve e freddo intenso, attendo la primavera a braccia aperte.
In questi giorni sogno, prati verdi, fiori di campo, pascoli e perché no... mare e scogliere.
Viaggio con la fantasia e mi trovo in Irlanda.

Il cielo d'Irlanda è una donna che cambia spesso d'umore
Il cielo d'Irlanda è una gonna che gira nel sole
Il cielo d'Irlanda è Dio che suona la fisarmonica
Si apre e si chiude con il ritmo della musica.
Si apre e si chiude con il ritmo della musica.
Fiorella Mannoia

Con questo post partecipo al giveaway di Zonzolando...

giovedì 21 febbraio 2013

Coppe con gelatina all'arancia e crema pasticcera


In questi giorni consumo arance in grandi quantità. Spremute, in insalata, abbracciano perfettamente infinite ricette dolci e salate, le mie preferite... Tarocco di Sicilia.
Visto il magnifico colore ho pensato di preparare una gelatina ed arricchirla con ciuffi di golosa crema pasticcera e per nulla farsi mancare... un filo di liquore al cioccolato :)


INGREDIENTI PER LA CREMA:
  • 3 tuorli
  • 80 g di zucchero
  • 1 baccello di vaniglia
  • 250 ml di latte
  • 25 g di maizena
INGREDIENTI PER LA GELATINA:
INGREDIENTI PER DECORARE:
  • liquore al cioccolato
  • ciliegine sotto spirito


Con queste dosi si ottengono 3 coppe o 6 bicchierini da finger food.

Portate a bollore 1/3 del succo d'arancia con l'agar-agar sciolto in pochissima acqua, togliete dal fuoco e unite il cucchiaio di miele e il resto del succo.
Versate in piccoli stampi o come ho fatto io in coppe e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
Ponete poi in frigorifero per alcune ore.

Per la crema, portate a bollore il latte con la stecca di vaniglia. Togliete dal fuoco e lasciate in infusione per circa 10 minuti.
In una terrina, sbattete i tuorli con lo zucchero, utilizzando le fruste elettriche, fino ad ottenere un un composto spumoso e chiaro.
Unite 1/3 del latte tiepido a filo e incorporate la maizena setacciata.
Eliminate la vaniglia e trasferite il composto cremoso nella casseruola del latte, poco a poco, mescolando con una frusta a mano.
Portate a bollore e fate sobbollire per qualche minuto, sempre mescolando affinché il composto si addensi. Spegnete il fuoco e fate raffreddare completamente.
Componete le coppe.
Aiutandovi con una sac à poche, adagiate sulla gelatina ciuffi di crema pasticcera, arricchite con una ciliegina sotto spirito ed irrorate la coppa con un filo di liquore al cioccolato.
Ponete in frigo.

lunedì 18 febbraio 2013

Biscotti sablé a scacchi


Posso offrirvi un dolcetto?? Imperfetti lo so... ma di estrema bontà.
La quantità di burro ha più volte frenato la voglia di preparare questi biscotti, qualche giorno fa, però, sfogliando "Il meglio di Sale&Pepe" ho trovato la ricetta e mi sono decisa.
Preparati, assaggiati ed equamente distribuiti ai nonni golosoni :) Meravigliosi!!!!!!
Riporto la ricetta e consiglio di provarli.
Felice lunedì!!!


  • 420 g di farina "00" Molino Rossetto
  • 120 g di zucchero a velo
  • 250 g di burro 
  • 1 baccello di vaniglia
  • 20 g di cacao in polvere
  • 1 uovo
  • 1 albume
  • sale
 Versate la farina a fontana sulla spianatoia, unite lo zucchero a velo, un pizzico di sale e il burro, a fiocchetti.
Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza, togliete i semini con un coltello e lasciateli cadere sulla farina.
Impastate gli ingredienti con la punta delle dita, fino ad ottenere un composto a briciole, poi aggiungete l'uovo e impastate rapidamente.
Dividete la pasta in due parti uguali (pesatela), lasciatene una al naturale, aggiungete all'altra il cacao e amalgamatelo bene, lavorando a piene mani.
Sistemate le due parti di pasta sul piano di lavoro e formate due panetti dello spessore di un centimetro.
Avvolgeteli separatamente in pellicola e metteteli in frigo per mezz'ora.
Riprendete i panetti, tagliateli a bastoncini spessi un centimetro e spennellateli con l'albume sbattuto.
Avvicinate un bastoncino chiaro e uno scuro, facendoli aderire, poi sistematevi sopra altri due bastoncini, scambiando i colori.
Tagliate i blocchi ottenuti a fette di circa un centimetro o poco più e appoggiate i biscottini su una placca da forno rivestita con carta forno.
Cuocete i biscotti in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.
Sfornateli e lasciateli raffreddare.

venerdì 15 febbraio 2013

Torta con Farro Soffiato al Miele


Cosa c'è di più bello della colazione tranquilla del fine settimana, famiglia riunita e tempo in più da dedicare a questo pasto. Si apparecchia in modo completo, ci si concede un dolcino in più, si chiacchiera e si pianifica la giornata. Non mi alzerei da tavola...
Ed è proprio facendo colazione che mi sono accorta di questa ricetta, scritta sul retro della confezione del Farro Soffiato, preparata per il giorno seguente.
Con questo fiorellino sano, poco dolce ideale per la prima colazione, auguro a tutti un felice fine settimana, speriamo di sole.
Un bacio!!

Sempre con me:
Farine Molino Rossetto
Stampo in silicone "corolla" Guardini


INGREDIENTI:

Mescolate il burro morbido e lo zucchero fino a ottenere una crema morbida, poi aggiungete l'uovo, la scorza di limone, le farine, il lievito setacciato ed il latte.
Unite il farro soffiato al miele e continuate a mescolare.
Imburrate ed infarinate una tortiera del diametro di circa 20 cm.
Versate il composto e infornate a 180° per venti minuti circa (forno preriscaldato).
Lasciate raffreddare e cospargete con poco zucchero a velo.

Ombretta... ti dedico questa torta  con tantissimo affetto :)

lunedì 11 febbraio 2013

Torta "Gelato"


Per questo carnevale, niente fritti, ma un dolce goloso, allegro e diverso, preparato a quattro mani con la mia cucciola, in occasione di una festicciola tra bambini. Successone... divorato in pochi minuti :)
La base è una semplice e morbidissima torta, farcita con un leggero strato di Nocciolata, ricoperta da cioccolato fondente e golosissimi confetti sbriciolati.
Buon carnevale a tutti, qui nevica!!


Sempre con me:
Farina Molino Rossetto
Nocciolata Rigoni di Asiago
Stampo in silicone FettexFette Guardini

INGREDIENTI:
  • 150 g di Farina "00" Molino Rossetto
  • 50 g di fecola di patate
  • 150 g di zucchero semolato
  • 1 bicchiere piccolo di latte
  • 100 g di burro
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 1 arancia non trattata (buccia grattugiata)
Per farcire:
Per decorare:
  • 200 g di cioccolato fondente
  • confetti di cioccolato 

In una ciotola capiente sbattete i tre tuorli con lo zucchero sino ad ottenere una crema soffice, aggiungete il burro ammorbidito a temperatura ambiente, il latte a filo, la fecola di patate setacciata e amalgamate con un cucchiaio di legno. Incorporate anche la farina setacciata con il lievito e mescolate.
In una ciotola montate a neve gli albumi con un pizzico di sale utilizzando una frusta elettrica e uniteli al composto mescolando dal basso verso l'alto per evitare che gli albumi si smontino.
Versate il composto in uno stampo imburrato ed infarinato accuratamente e cuocete a 180° per 30 minuti.
Sfornate e lasciate raffreddare il dolce.
Nel frattempo, sciogliete in un tegame lo zucchero in 100 ml di acqua, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare, aggiungete il succo d'arancia e mescolate.
Tagliate la torta a metà, in senso orizzontale (io ho utilizzato lo stampo FettexFette Guardini), irrorate (non troppo) con la bagna all'arancia e spalmate un velo di Nocciolata o crema alla nocciola, coprite con l'altra metà e pressate delicatamente. Ora tagliate la torta a spicchi, non troppo piccoli, infilate lateralmente uno stecco di legno da gelato in ogni fetta. Ponete la torta in freezer a raffreddare per 15 minuti.
Spezzettate il cioccolato e fatelo sciogliere a bagno maria. Pennellate le fette con il cioccolato fondente fuso e decorate con i confetti al cioccolato, spezzettati grossolanamente.
Ho preso spunto da una ricetta trovata su "La brava cuoca".

venerdì 8 febbraio 2013

Brioche con Gocce di Cioccolata


Quant'è buona questa brioche!!
Ho modificato parte della ricetta di Paoletta, mantenendo inalterate le dosi degli ingredienti base, sostituendone altri e cambiando la forma.
Non vi dico quanta soddisfazione doni l'uso del lievito madre, attivissimo anche in questi giorni freddi.
I lievitati risultano morbidi, profumati e freschi per più giorni.
Paoletta ha preparato questa brioche con uvetta e pinoli, io invece ho utilizzato gocce di cioccolato fondente, zeste d'arancia ed ho glassato il dolce.
Vi rimando a lei, leggete attentamente la ricetta originale, Paoletta spiega come prepararla anche solo con il lievito di birra.
Come gusto, ricorda la famosa brioche Buondì M., ma moooooooooolto più buona!!!! :)

 

INGREDIENTI:
  • 150 g di Lievito madre rinfrescato 2 volte
  • 380 g di Farina W330 Molino Rossetto (in alternativa, Farina Manitoba)
  • 125 g di latte
  • 65 g di acqua
  • 120 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 8 g di lievito di birra fresco (io 5 g)
  • 5 g di sale
  • 1 cucchiaio di Marsala
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • la buccia di un'arancia grattugiata
  • 200 g di gocce di cioccolato
INGREDIENTI PER LA GLASSA:
  • 50 g di Farina di mandorle
  • 80 g di zucchero
  • 40 g di albume
  • 10 g di fecola di patate



Inserite la foglia nella planetaria e sciogliete il lievito madre (rinfrescato due volte), nell'acqua e latte.
Aggiungete il lievito di birra sbriciolato, e tanta farina, presa dal totale, quanto basta per ottenere un impasto morbido. Amalgamate.
Unite un tuorlo, 30 g di zucchero e subito dopo un po' di farina quanta ne serve per ridare all'impasto una consistenza morbida.
Ad assorbimento di uovo e zucchero, proseguire con l'altro tuorlo, 40 g di zucchero e ancora un po' di farina.
Continuate con l'albume rimasto, 50 g di zucchero, il sale aggiungendo poca alla volta tutta la farina, ma tenendone da parte un cucchiaio.
Incordate l'impasto con la foglia.
Dividere il burro in tre parti e aggiungetelo in tre riprese, aspettando ogni volta che il burro venga assorbito dall'impasto.
Unite il marsala poco alla volta, la buccia grattugiata dell'arancia e la vaniglia.
Ad assorbimento unite la farina rimasta ed incordate l'impasto.
Togliete la foglia e inserite il gancio. Aggiungete le gocce di cioccolato ed azionate la planetaria a velocità bassa, in questo modo il cioccolato si distribuirà uniformemente.
Fate puntare l'impasto 1 ora in un contenitore coperto da pellicola, poi prendete l'impasto e  avvolgetelo una sola volta con i pollici senza serrare troppo, il Maestro spiega qui, attendere 10 minuti e allungate l'impasto.
Imburrare uno stampo antiaderente da plumcake da 30 x 10,5 cm., io ho preferito usare uno stampo in carta, adagiatevi l'impasto e coprire con pellicola. Ora dovete attendere che superi il bordo di due dita circa.
Nel frattempo preparate la glassa mescolando energicamente o con le frustine elettriche, la farina di mandorle, lo zucchero, l'albume e la fecola di patate.
A questo punto versate la glassa sulla superficie (non esagerate).
Infornate a 200° per i primi 15 minuti, coprire con un foglio di alluminio se la superficie si è ben dorata e proseguite la cottura a 170° per altri 35 minuti. Controllate sempre la cottura con uno stecchino inserito al centro.
Fate raffreddare e servite.

martedì 5 febbraio 2013

Filetti di Triglia con semi di Papavero e Finocchi allo Zafferano


Quest'anno, l'abbondantissima produzione di finocchi, ha permesso vari esperimenti, ho provato a "colorarli" e renderli molto più gustosi!!
Per completare il piatto... triglie, tenere, delicate, ricche di sali minerali e Vitamina A!! Et voilà,
pranzo leggero, veloce e saporito... servito!!!


INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

Per le triglie:
Per i finocchi:
  • 2 finocchi grandi
  • 1 bustina di zafferano
  • 100 ml di brodo vegetale
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale e pepe

Pulite e lavate i finocchi, tagliate le sommità verdi e dividete l'ortaggio a metà, eliminate le guaine esterne. Affettateli finemente e stufateli in una padella con poco olio extravergine di oliva e l'aglio schiacciato, bagnate con il brodo.
Aggiungete lo zafferano, il sale e il pepe.
Fate cuocere per una quindicina di minuti o finché non diventano teneri. 
Nel frattempo, eviscerate, squamate e diliscate le triglie eliminando la testa, facendo attenzione a mantenere i filetti attaccati alla coda. Con delicatezza, aprite le triglie a libro.
Infarinate i filetti, spolverizzateli con i semi di papavero, salate, pepate e rosolateli in padella con poco olio extravergine di oliva.
Disponete i finocchi al centro del piatto e adagiatevi i filetti di triglia.